Padre Lavinio | Prete marchigiano | Storie e Tradizioni #Marche

Nelle interviste viene riferito di “Don Tommaso”, prete burlone vissuto ad inizio ‘900, in realtà, da ricerche su fonti della tradizione, tale figura mitica marchigiana, può essere riferita con certezza a Padre Lavinio, leggendario vessillifero delle corbellerie, colui che con le sue prediche balorde, le uscite sceme e i comportamenti da giuggiolone ha divertito generazioni di marchigiani e che per estensione è divenuto allegoria dei preti marchigiani arruffini e opportunisti e al tempo stesso di canovaccio per successive reinterpretazione di di burle e barzellette.

Tradizioni marche | La storia dell’Oste Ginesino | Favole e canzoni

Il testo è ispirato dal racconto popolare riportato in Dicerie Popolari Marchigiane, (Principi, L’Oste Punito, pag 69, Vol III, ed. Simple), che narra di un’oste punito dal destino. A questo è aggiunta per me, la storia di un disastro: una piena del fiume non calcolata, l’ascesa e la discesa di un uomo che usò i suoi trucchi e un prete che dava un consiglio in privato e uno in pubblico.

La cicogna de lo Re c’ha na gamba sola | favole marchigiane

La favola del Re e della cicogna, con il titolo de “La cicogna non portìa ‘na gamma” è riportata da Anna Moretti nel suo Libro”Cantastorie Favole e Poesie Antiche”, in cui ha raccolto buona parte del repertorio paterno, cantastorie della zona di Amandola.

All’Osteria del Merlo – Cantàmo a bocca piena

Sabato 19 Novembre 2011 – appuntamento all’Osteria del Merlo (questa è la mappa per raggiungerla), di nuovo insieme a Lu Trainanà, nelle grotte del Castello di Moresco (FM).

Alcuni dicono che il nome Moresco possa derivare dall’accezione popolare di morrecine, che altro non sarebbero mucchi di sassi. Infatti il castello poggia sopra un’altura imponente e si staglia con la sua torre eptagonale.

La Mestecanza | Lu Sprufunnu doppio appuntamento

Doppio appuntamento a Novembre, Prima le Cantinette di Petriolo (6/11) e poi ospiti alla Pop Rock Accademy. Dall’esperienza della “Notte della gnoranza”, l’associazione culturale L’Orastrana e Lu Sprufùnnu hanno creato “Mestecanza”, un happening che mescola letteratura popolare e musica di improvvisazione dalle influenza più diverse.