13 Aprile 2013 | Iscopile, un modo per dire Cantina

Ma che te ridi, tu, pezzo de un frignone
che da quanno ce sto io, qui se fa il pienone.

Ma che te ridi tu, pezzo de un pagliaccio,
che da quanno qui c’è l’oste se fa festa che è uno spasso

Ma che te ridi tu, pezzo d’un fetente
che ridi co’ la faccia, ma non capisci gnende

Ma che te ridi, tu, dalla sera alla matina
che se tu non torni a casa tu’ moglie è ‘na regina.

Ve racconto quella storia dell’oste ginesino
che a forza de colla’ fece la cresta sopre ‘l vino.
la storia de colui che pe’ non finicce a paro
finito sotto l’acqua la fece la figura der somaro.

Il 13 Aprile 2013, alle 21:30, al Teatro Comunale di Caldarola (per prenotazioni tel. 3470880990), avrò il piacere di essere di nuovo oste per gli amice de Lu Trainanà, che hanno deciso di ospitare i Ballade Ballade Bois, formazione sarda fra le migliori del panorama della musica tradizionale, in particolare quella sarda.

Non è facile riuscire e a trovare un filo diretto con gli amici sardi e quindi è un’occasione unica per poter assistere ai bellissimi balli sardi.

Mi permetterò di raccontare due nuove storie: lu collà e la piena, storiella che parla di un’oste ginesino che fu punito dal destino e dalla sua avidità e la storia del ferru di cavallu e le cerase, storia di un padre e figlio sulla virtù dell’umiltà e della provvidenza (non la divina provvidenza, ma l’essessere provvidenti)

Iscopile è il nome con cui viene chiamata la Cantina in sardo, una serata tributo alle due cantine, luogo di rappresentazione ideale dell’incontro fra suonatori e cantastorie de Lu Trainanà e Ballade Ballade Bois.

La tre giorni di incontri sarà caratterizzata anche con una cena il 12 Aprile 2013, presso un’Osteria vera, l’Osteria del Merlo a Moresco, in provincia di Fermo in cui i suonatori sardi e marchigiani allieteranno la serata durante una cena a tema a partire dalle ore 20:00. (Info e Prenotazioni 0734/270224)

Infine, Domenica 14 Aprile a partire dalle 15:30, in collaborazione con l’Associazione Radici Migranti a San Benedetto del Tronto, sarà organizzato uno stage di saltarello e balli tradizionali sardi. L’iscrizione allo stage è di 20 euro, mentre coloro che avranno partecipato alla cena e alla serata teatrale potranno partecipare a prezzo scontato (contatti 347-5989002 (Lorena)/328-8288051 (Manuela) info@radicimigranti.org)

Annunci

One thought on “13 Aprile 2013 | Iscopile, un modo per dire Cantina

  1. c’e’ un premio per te e per il tuo blog. dovevo premiare dei blog ed ho scelto il tuo. vai sul mio e nel post intitolato “ma grazieee” award capirai tutto! congratulazioni!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...