Cantamaggio!

Il Cantamaggio è uno dei momenti più ricchi di manifestazioni della tradizione, come la pasquella, insieme a tutto il periodo estivo e della mietitura.

Ovviamente non esiste un solo “Cantamaggio”, ma ogni località esprime peculiarità sia nei timbri, strumenti e melodie.

Il maggio di Fabriano, per esempio ha l’unicità degli strumenti ad arco, violini e violoncelli a tre corde e una melodia molto simile alla pasquella, così come i versi.

Eccone un estratto da una registrazione fatta a Morro d’Alba nel 2009 e di seguito alcune strofe e versi del Cantamaggio di Fabriano.

 

In principio del nostro arrivo
noi vi diamo la buona sera
che nessuno vuol essere il primo
di cantare questo stornello
ecco maggio fiorito e bello

questo è il fiume del giordano
dove l’acqua diventa vino
per lavare Gesù bambino
per lavargli la faccia bella
ecco maggio ragazza bella

cantamaggio a Sigillo

ecco maggio là ‘nquel piano
dove spiga l’orzo e il grano
dove spiga anche l’orzarella
ecco maggio padrona bella

Ecco maggio che è venuto
con le calze di velluto
col giacchetto di filato
ecco maggio che è arrivato

ragazzette innamorate
che alla festa ve ne andate
vi mettete la pannelletta
che da piedi è ricamata
fa venire la fantasia
ecco maggio ragazza mia

questo è il messe delle rosette
si rallegra le giovinette
si rallegrano tutti quanti
ecco è il mese dei soni e dei canti

dico a voi capo di casa
che cent’anni possi campare
senza pene e senza affanni
coi quattrini giù la saccoccia
dico a voi signor capoccia

benedetta sia questa casa
chi c’ha messo la prima pietra
chi c’ha messo la brecciarella
ecco maggio padrona bella

Si rallegra la cavalla
che non magna più la paglia
magna l’ erba tenerella
ecco maggio ragazza bella

vieni fori padrò de casa
con le chiavi della cantina
foreremo la meglio botte
di vernaccia o di moscatello
ecco maggio fiorito e bello…


-***-

Il Cantamaggio marchigiano è un rito augurale, condiviso con molte altre regioni del centroitalia, in particolare Umbria e Abruzzo e che attraversa le valli.

Spesso ha come evento centrale la simbolica piantumazione di un albero, il suo abbattimento e la conseguente festa intorno al falò del tronco e dei rami, spesso associati con foglie simboliche di messaggi augurali.

Immancabile il saltarello a chiusura e le altre canzoni della tradizione.

Proprio perché abbiamo parlato del Maggio di Fabriano, vogliamo segnalarvi che proprio il recupero degli strumenti e Archi della tradizione è stato al centro del progetto curato dall’Associazione “L’Albero del Maggio”.

 

Quello che vale, però, è la presenza e il raduno spontaneo dei suonatori e ballerini, che viaggiano per le piazze che aprono ancora loro le porte e le piazze.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...