La Cantina dei 31 – A Caldarola eppur se canta!!

Si torna in scena, con la Cantina dei 31!

Il 29 Aprile 2011, al teatro di Caldarola, alle 21.

Lu Trainanà è padrone di casa nell’osteria, con l’organetto di Walter Bianchini, la voce di Marco Meo, Katiuscia Merlini, Mauro Mazzarantani e Pino Pontuali con Chiara De Biagi, e poi i Pitriò mmia, gruppo del folklore petriolese, patria di Ginobili, primo etnomusicologo della tradizione in provincia, i cui studi hanno conservato e fatto da cesura fra due generazioni.

Una sua storia che lessi dai suoi racconti, ha ispirato la storia di Petruccio. pastore marchigiano perduto in una caverna, tentato dalla fortuna, ricco nella fuga e spiantato nella quiete.

La Cantina dei 31 è spiegato in questo piccolo racconto, che è anche un omaggio ai padri sfortunati della patria. I primi ribelli carbonari, che nel 1817, all’indomani della reazione ai francesi, tentarono un’impresa disperata, con un pessimo piano alle spalle.

teatro caldarola saltarello spettacolo - una locandina da condividere!!

teatro caldarola saltarello spettacolo - una locandina da condividere!!

Nel racconto si cita il brigante Vanni di Caldarola, che scese dai monti, per incontrare i francesi a Belforte e batterli e arrivare in armi dopo due giorni a Macerata e tenerla.

Le quaglie saranno il piatto forte della Cantina dei 31, così come i canti della tradizione, il saltarello e li stornelli a gogò, ballerine a gagà e altri cristiani seduti ad ‘scoltà… Se Spera. 🙂

Annunci

5 thoughts on “La Cantina dei 31 – A Caldarola eppur se canta!!

  1. Pingback: Pitrió’ mmia alla Cantina dei 31 | Pitrió' mmia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...