Stornellate de guerra d’amore – l’uomini è tutti Gabbolò

Mi sono permesso di improvvisare qualche stornello.
Il tema che  si canta più spesso è l’amore, la guerra d’amore: sicché esistono molti stornelli che cantano una donna che non si raggiunge, come spesso ho sentito cantare Stefano Belà, de li Fellaccià.

A chi la promettete e chi la date
a me non me la fate neanche véde.

Spesso la donna gioca con malizia con l’uomo e e lo frega. La mia bisnonna Gigetta, guardando noi nipotelli ci gridava: “L’omini è tutti gabbolò”.
Gabbolo’ voltagabbana.

E quindi li Gabbolò erevamo noiantri ometti alti un barattolo, che guardavamo  più che altro l’unico dente che le spuntava fiero dalla gengiva de sotto, fieru e drittu davanti e che ancora stroncecava ch’era una bellezza.

Certo, poi è anche vero che spesso l’uomo, per non sentirsi inutile e gabbato, si difende negli stornelli e non solo nel dire che è lui a non volerla: l’omu adè ‘na volpe.

Giuliano il pastore – organettista sopraffino oltre che instancabile stornellatore, incontrato nel primo viaggio del saltarello, ad Anzio, quasi 4 anni fa, in compagnia di Marco Meo e Danilo Donninelli

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...